Per Info: +62 81316840381 | scubacqueandoraja4@libero.it

Story

La leggenda racconta come il re Waikew trovò sull’isola di Waigeo 6 uova di cui solo cinque si dischiusero. Da quattro presero vita altrettanti maschi che divenuti re furono chiamati Waigeo, Batanta, Salawati, Misool.
Il quinto uovo vide la nascita di una femmina che fu allontanata sull’isola di Biak dove diede nel tempo alla luce un bimbo con il nome di Gura Besi, che per le sue eroiche gesta guerriere passò alla storia con il nome di Raja Ampat. Il suo nome fu attribuito a questo arcipelago, 610 isole, all’estremità occidentale della Papua Nuova Guinea tra l’oceano Pacifico ed il Mar di Maluku, provincia indonesiana che era nota come Irian Jaya.

Qualcuno ha battezzato Raja Ampat come il Santo Graal dell’immersione, l’ultima frontiera dei mari e degli oceani per la strabiliante quantità di flora e fauna che abita questi incontaminati fondali, un miscuglio completo tra quanto si vede nei migliori luoghi del Pianeta. Qualcuno invece ha descritto Raja Ampat come il “Bordo della Terra” per significare come oltre questo luogo non sia possibile vedere altro come se fosse la parte terminale del Pianeta, isole e fondali marini racchiusi in quello che è noto essere il Triangolo d’Oro della biodiversità.